Paxos, un paradiso nello ionio

L’isola di Paxos si apre al navigante come un piccolo paradiso terrestre in pieno Mar Ionio, tra un mare cristallino che non ha nulla da invidiare a nessun’altra zone del Mediterraneo. Facilmente raggiungibile dalle coste pugliesi offre il primo approdo sicuro prima di continuare la crociera verso il mare interno di Lefkas e verso il Mar Egeo.,distante 65 miglia da Capo S.Maria di Leuca.

Paxos è la più piccola delle isole dello Ionio. E’ lunga solo 10 Km. e larga 4 Km. nel punto di maggiore ampiezza, si trova a 7 miglia dalla punta più meridionale di Corfù.

Il ritmo di vita è tranquillo e molto rilassante, con un’ospitalità greca autentica. L’isola ha 3 paesi principali, Gaios, Lakka e Loggos. Il suo attraente paesaggio è disegnato da antichi oliveti, piantati originariamente dai veneziani e che ricoprono l’80 % della sua superficie, muretti d pietre a secco, frantoi abbandonati e vecchie fattorie.


Spiagge di ciottoli sono sparse sulla costa orientale, mentre la parte occidentale è frastagliata con maestose e bianche scogliere punteggiate da insenature e profonde caverne. Per chi ama camminare ci sono molti sentieri tra gli oliveti ed i cipressi seguendo i quali si incontrano edifici e luoghi d’interesse. Ci sono inoltre passeggiate organizzate sull’isola, che sono un’ottima maniera di esplorare questa indimenticabile isola di smeraldo. I tre paesi principali sono anche dei punti d’ancoraggio naturali.

Gaios è l’attraente capoluogo, con il suo porto veneziano, una fortezza in rovina e edifici dai tetti rossi in stucco rosa, crema e giallo. A guardia del porto naturale di Gaios sono due isole : la più distante, con un faro e una chiesa per i pellegrini è quella del monastero di Panagia; i pellegrini la visitano il giorno della festa della Vergine, il 15 agosto e la sera ritornano alla riva e danzano l’intera notte per le strade di Gaios. L’altra è l’isola di San Nicola che forma un frangi acque naturale che porta all’insenatura del porto di Gaios. La piazza di Gaios è un ottimo posto per sedersi ad un caffè e godersi l’atmosfera del luogo osservando l’andirivieni di barche e viaggiatori.

Lakka, sulla punta nord di Paxos è il secondo porto dell’isola. Si trova su una stupenda baia a ferro di cavallo e fiancheggiata da alti terreni ricoperti di oliveti e cipressi. La baia che è quasi completamente riparata dal mare aperto è eccellente per nuotare, fare sport acquatici e per l’attracco delle barche che, dando ancora, possono portare le cime di poppa a terra a ormeggiare tranquille e ridossate tra il suono delle cicale e la ninna nanna del vento.

Loggos è il più piccolo dei tre paesi. E’ un paesino di pescatori tranquillo e con il porticciolo fronteggiato da taverne e piccoli bar. E’ un luogo adattissimo per godersi la calma di giorno o per un drink e per cenare la sera. I piccoli villaggi dell’interno come Bogdanatika e Magazia mantengono ancora oggi un’ atmosfera veneziana e hanno delle taverne tipiche.

La vicina isola di Anti Paxos è circondata da uno dei mari più belli del mondo. Si trova a soli 15 minuti da Paxos ed è frequentemente collegata dai porti di Gaios, Lakka e Logos nel periodo estivo. Ha una superficie di 4 Kmq ed è coperta non da oliveti come Paxos bensì da vigneti, coltivati dalle famiglie di Paxos che spesso hanno una casa anche su Anti Paxos.

Per passare una indimenticabile vacanza da queste parti, vi consigliamo di noleggiare un catamarano e partire per una settimana da sogno.

www.ventofresco.it

Posted on: 01/06/2011, by : simona