Non si è mai troppo vecchi per il giro del mondo

St. Agustine, Florida, USA – Il Dottor Stanley Paris a 75 anni si prepara al giro del mondo senza scalo e assistenza in solitario.
Fondatore e proprietario dell’Università Privata di Medicina e Fisioterapia di St. Agustine nell’omonima città della Florida, Paris ha deciso che a novembre del prossimo anno, all’età di 76 anni, partirà in solitario dalle Bermuda per fare il giro del mondo passando per i tre capi senza assistenza e con una barca completamente ecologica come l’Acciona di Javier Sansò che in questi giorni sta correndo per la Vendée Globe. Acciona non sarà l’unica cosa in comune che Stanley Paris avrà con la Vendée Globe, anche la rotta sarà la stessa, il 76enne Stanley intende infatti scendere nei 40 ruggenti e 50 urlanti per poter passare i tre capi: Buona Speranza in Sud Africa, Capo Leewuin in Australia e Capo Horn in Cile.
Il tempo di percorrenza previsto è 120 giorni, un mese e mezzo in più di quello che ci impiegheranno i ragazzi della Vendée. Stanley, che è un famoso fisioterapista e studioso di tutto quello che è ergonomia, non è nuovo a imprese di questo tipo. All’età di 55 anni ha attraversato a nuoto per due volte il canale della Manica, qualche anno fa ha fatto un giro del mondo in equipaggio, ha partecipato con ottimi risultati ai campionati del mondo di Triathlon e pochi mesi fa, ha partecipato alla traversata degli Stati Uniti da ovest a est con una moto percorrendo l’intero tragitto in meno di 50 ore.
L’obiettivo del Dottor Stanley Paris è quello di stabilire tre record:
a) essere lo skipper più anziano ad aver circumnavigato il globo in solitario senza scalo e assistenza
b) fare della sua la prima barca da crociera a fare il giro del mondo senza ausilio di combustibili di alcun tipo e alimentando gli impianti di bordo con il sole, il vento e la corrente
c) rompere il record di velocità per la circumnavigazione del globo con una barca da crociera.

Per riuscire nel suo intendo, Stanley ha realizzato un 63 piedi molto particolare che lui stesso ha studiato insieme allo studio Farr Yacht Design e ha fatto costruire da Lyman-Morse a Thomaston nel Maine.
Per costruire Kiwi Spirits, questo il nome della barca, ci sono volute 44.000 ore di lavoro da parte di una nutrita squadra di specialisti in ogni sorta di campo nautico e non.  Stanley è conscio dell’età che ha, anche se si sente ancora perfettamente efficiente forte e reattivo, ma comunque ha voluto una barca che fosse semplice da governare e manovrare e non richiedesse grandi sforzi. Una barca comoda, perché lui non ha nessuna intenzione di fare lo skipper spartano pronto a tutto, Stanley vuole semplicemente girare il mondo passando per i capi nel minor tempo possibile all’età di 76 anni.

Tratto da: www.solovela.net

Posted on: 12/12/2012, by : admin