Kiz Kulesi Maiden Tower – Istanbul

Istanbul Maiden Tower, Kiz Kulesi, è una delle attrazioni turistiche più emozionanti della Turchia. E’ una piccola torre che sorge su un isolotto roccioso alla foce del Bosforo, appena fuori dalla sponda asiatica di Istanbul. Conosciuto a livello locale come il Maiden’s Tower, Kiz Kulesi in turco, ha custodito il Bosforo, e illuminato la strada per i marinai durante i secoli.  Nelle antiche epoche greca e medievale bizantino, era conosciuta come Torre di Leandro.

Il generale ateniese Alcibiade costruì la prima torre sull’isolotto 2.500 anni fa. Il suo scopo era quello di monitorare il movimento delle navi persiane nello stretto. Molto più tardi, nel 1110, l’imperatore bizantino, Alessio Comneno ridisegnò la torre e ne fece una fortezza. Durante l’Impero Ottomano, la torre è stata modificata più volte, in particolare nel 1509 e 1763. È interessante notare che, durante l’epidemia di colera del 1830, è stato usato per i malati di colera in quarantena, per evitare che l’epidemia si diffondesse nella città. L’ultima modifica della torre risale al 1998, e finalmente fu aperta al pubblico nel 2000. Al piano terra c’è un ristorante, e un caffè in cima con vista mozzafiato sul Bosforo, e Sultanahmet (vecchia Istanbul).

Ci sono due leggende molto diverse su questa enigmatica torre, che sono anche la causa della confusione sul suo nome, una è greca e l’altra turca, . La leggenda greca parla di due amanti, Ero (una sacerdotessa vergine di Afrodite) e un giovane di nome Leandro. Sono diventati amanti, ma Ero fu rinchiusa in una torre per impedire loro di amarsi. Leandro, che viveva sulla riva opposta attraversava lo stretto a nuoto ogni sera per incontrare la sua amata. Ero, per aiutarlo ad orientarsi, accendeva una lucerna. Una notte una tempesta spense la lucerna e Leandro, disorientato, morì tra i flutti. All’alba Ero vide il corpo senza vita dell’amato sulla spiaggia e, affranta dal dolore, si suicidò gettandosi dalla torre.

Per i turchi, invece, la torre si è sempre chiamata Kiz Kulesi. La leggenda turca narra di un sultano bizantino che aveva una figlia molto bella e amata. Quando un oracolo profetizzò che sarebbe morta per i morsi di un serpente, lui la tenne rinchiusa nella torre, per proteggerla, e ordinò che ogni serpente nelle vicinanze venisse ucciso. Purtroppo, un serpente riuscì a nascondersi in un cesto di frutta che doveva essere consegnato alla ragazza. La figlia del sultano morì del suo morso velenoso proprio il giorno del suo diciottesimo compleanno, esattamente come il profeta aveva predetto.

La Torre Maiden, che è stata utilizzata come un faro per secoli, oggi ospita un ristorante e una caffetteria molto rinomati a Istanbul, è un popolare luogo di ritrovo per cene romantiche, matrimoni estivi, cene aziendali, e altri eventi significativi. Il caffè nella Torre Maiden è aperto al pubblico da mezzogiorno alle nove di sera e la cena al ristorante è disponibile solo su prenotazione. La vista panoramica a 360 ° dalla cima è mozzafiato, anche in una giornata piovosa. La Torre Maiden (vedi il video) è stata anche location di films come “Hitman” del 2007.  “Il mondo non basta” di James Bond  e  in “The Amazing Race” uno show televisivo.

Posted on: 22/04/2013, by : admin