Faro della Diga Curvilinea – Livorno

Il Faro della Diga Curvilinea è un faro marittimo situato a Livorno, all’estremità meridionale della diga che fronteggia l’imboccatura sud del porto labronico.

È caratterizzato da un fanale a luce rotante, alimentato mediante pannelli fotovoltaici e posto alla sommità di una torre ottagonale alta circa venti metri. La lampada principale emette un lampo ogni 3 secondi, con una portata di 16 miglianautiche, mentre la portata della lampada di riserva è di 6 miglia nautiche.

La sua costruzione è legata alla realizzazione della “Diga Curvilinea” (il cosiddetto Molo Novo) decretata dal granduca Leopoldo II nel 1852. La progettazione dell’opera, lunga oltre un chilometro, si deve all’ingegner Vittorio Poirel; i lavori furono avviati nel 1853 e ultimati dopo il 1859.

A completamento della diga, alle due estremità, furono innalzate due torri ottagonali (1857), con fanali; quello a sud, ancora oggi funzionante, e quello a nord, non più attivo.

Il Faro dismesso della Diga Curvilinea è il faro marittimo non più in uso situato all’estremità settentrionale della diga che fronteggia l’imboccatura del porto labronico.

Il faro si trovava alla sommità della torre a sezione ottagonale in pietra, alta20 metrie poggiante su un possente basamento a pianta circolare; la struttura si articola su due livelli ed appare come una “gemella” della torre all’estremità opposta della diga.

Il faro originario è stato disattivato in epoca recente e al suo posto è stato installato di fianco alla torre un più moderno e funzionale fanale a luce ritmica e ad alimentazione fotovoltaica, posto su un palo metallico a fasce rosse e verdi, dotato di una lampada da 60 Watt che emette un lampo rosse e verde ogni 3 secondi della portata di 7 miglia nautiche.

Posted on: 15/07/2013, by : admin