OpenROV, un robot subacqueo open source e low cost per esplorare gli oceani.

Oggi vogliamo presentarvi uno di quei progetti che meritano di essere raccontati e condivisi sia per la loro immediata utilità per tutta la collettività, ed in modo particolare per la comunità scientifica, che per lo spirito con il quale il progetto è nato.

 

OpenROV: un robot subacqueo open-source e low cost per esplorare gli oceani.

OpenROV è molto di più di un robot subacqueo. E’ una community di persone che lavorano insieme per creare strumenti e tecnologie accessibili, sia dal punto di vista economico che funzionale, per l’esplorazione e lo studio dei fondali marini.

La spina dorsale del progetto è la comunità globale di esploratori oceanici “fai da te” che stanno lavorando per sviluppare e  migliorare il progetto OpenROV.

La comunity è composta  da figure di diversa provenienza e formazione, come ingegneri oceanici,  hobbisti, sviluppatori di software e studenti: una community accogliente e aperta al contributo di tutti per far crescere e migliorare il progetto.

OpenROVKit

Tutto è cominciato, come nelle migliori avventure tecnologiche di questo secolo, in un garage di Cupertino, per opera di due ragazzi, David Lang, costruttore di robot, ed Eric Stackpole, già ingegnere meccanico alla NASA, dall’esigenza di esplorare una grotta sottomarina nella Sierra Nevada.

Dopo aver trovato il supporto di una comunità globale di co-sviluppatori su Kickstarter, la popolare piattaforma di crowfounding, dove sono riusciti a raccogliere una somma come $111,622 a fronte di una richiesta iniziale di $20.000 per poter sviluppare il progetto, OpenROV si è trasformato in una rete di dispositivi collegati tra loro,  per esplorare gli oceani e i laghi di tutto il mondo in continua espansione.

Ci piacerebbe raccontare di progetti come questi sviluppati in Italia…ne conosci qualcuno?
Segnalacelo e lo racconteremo volentieri sul blog di Ottante!

Guarda il video per vedere come funziona:

 

Qui invece puoi vedere la presentazione di David Lang, co-fondatore di OpenROV ad un TEDFellow:

 

Ecco qui le sue caratteristiche tecniche:

Caratteristiche: Versione 2.3
Dimensioni: 30cm x 20 centimetri x 15 centimetri
Peso: 2,5 kg
Valutazione Profondità: Max  100m. Testato per 25m fino ad ora.
Velocità: 1m/sec
Alimentazione: 8 batterie di bordo C
Design: Versione 2.3
Costruzione del corpo: taglio laser acrilico
Gallegiabilità: Intrinsecamente predisposto al galleggiamento neutro
Propulsione: 3 motori brushless (2 propulsori orizzontali, 1 verticale)
Tether: 1 singolo doppino comunicazione dati ethernet 10 megabit per il controllo e il video
Controllo: computer Linux a bordo incorporato (marca BeagleBoard), controllato tramite browser web remoto
Vision: rivolti in avanti HD USB ​​webcam e due 87lm LED array di luce sulla piattaforma servo-inclinabile

Considerazioni sulla progettazione: completamente open source / hardware aperto, abbastanza piccolo da essere testato in una vasca da bagno e conservato su una mensola di scaffale, il kit può essere montato in un fine settimana.

 

Se vuoi entrare anche tu a far parte della community OpenROV trovi qui tutte le informazioni necessarie:
www.openrov.com

Posted on: 06/01/2014, by : admin