Varato il veliero più grande del mondo

La barca più grande del mondo, lo yacht «A» del magnate russo Andrey Igorevich Melnichenko, ha fatto il suo primo giro in mare a Kiel, nel nord della Germania. È stato varato dai cantieri di Amburgo e con i suoi oltre 91 metri di altezza è lo yacht più grande del mondo. Inizialmente il nome di questo mega yacht sarebbe dovuto essere White Pearl, ma poi Andrey Melnichenko ha deciso che la barca si sarebbe chiamata A, il nome è dedicato a quello della moglie Aleksandra.

A_(ship)_at_Sorrent_2012_3Il design progettato da Starck e Martin Francis è ispirato a quello di un sottomarino, tanto che a prima vista si rimane un po' perplessi, sembra quasi che le foto siano al contrario, visto il profilo ad arco rovesciato dell'imbarcazione. È stata costruita in 5 anni dai cantieri tedeschi Blohm e Voss che hanno costituito con il proprietario un accordo di segretezza per non divulgare nessun dettaglio della costruzione.

andrey_melnichenko_a_yacht_by_starck_interior-6Il valore di questa imbarcazione oscillerebbe attorno ai 400 milioni di euro, ma non capita tutti i giorni di farsi disegnare una barca da Starck e Martin Francis con degli interni di un lusso che poche persone potrebbero immaginare tipo la doccia con rubinetti da 40.000 euro l'uno. Oltre al posto per i 42 membri del personale di bordo, ci son anche 6 cabine per gli ospiti, che possono accogliere fino a 14 andrey_melnichenko_a_yacht_by_starck_interior-5persone. La stanza dell'armatore prevede ben 7 metri di larghezza (la larghezza del ponte superiore) con un balcone che dà direttamente sul retro, ma visto che il letto si trova su una piattaforma girevole non ci sono problemi, in qualunque posizione si voglia stare. Davanti invece è stato costruito un eliporto. La velocità di crociera di 25 nodi permette di attraversare l'atlantico in poco meno di 7 giorni. Il veliero è dotato di tre piscine, una con due comode sdraio all'interno e un comodo tavolino dove posare i cocktail godendosi l'idromassaggio. E un'altra, quella posizionata direttamente sopra al garage dove si trovano i due tender, ha il fondo completamente trasparente per essere vista proprio dal garage che per l'occasione può trasformarsi in discoteca.

andrey_melnichenko_a_yacht_by_starck_interior-2Il design è pulito, lineare, ogni elemento di disturbo è stato nascosto, come ad esempio tutto ciò che riguarda le scialuppe di salvataggio, ancore e le catene degli ormeggi, dando un senso di pulizia estremo. L'imbarcazione è dotata di due tender, le piccole imbarcazioni di 9 e 11 metri che permettono di raggiungere la riva vaudrey_miller_tender-3una volta che lo yacht viene ormeggiato al largo. Questi due tender disegnati da Vaudrey Miller, con un design futuristico e scolpito  sono un ulteriore motivo di orgoglio per questa imbarcazione. Il più grande è ispirato al motoscafo Virtuelle del 1977 e nonostante il suo profilo spigoloso garantisce un'ottima aerodinamica.  Si può ritenere che l'unico piccolo difetto di questo mega yacht sia il serbatoio, che è  in grado di contenere carburante per una settimana (700.ooo litri), con un costo di oltre 1 milione di euro per il pieno.

Gli alberi, i più alti del mondo, superano i 100 metri di altezza, sono 3 e in totale portano 1.761 metri quadrati di tela. Per garantire all'armatore una visione di quello che si trova sotto la barca, sul fondo della chiglia è stata posta una lastra di vetro da 1,8 tonnellate modellata secondo le curve di carena. La lastra copre una superficie di 18 metri quadri. La costruzione della nave è stata tenuta segreta sino al momento in cui sono arrivati gli alberi, nascondere 3 alberi da 100 metri non era possibile.

Questa nave è 3 metri più lunga del terzo yacht di Roman Abramovic, il Pelorus. Questo primato durerà fino al varo dell'ultima nave richiesta da Abramovic, denominata Eclipse, sarà lunga 613 piedi, ovvero 187 metri, per un prezzo stimato sul miliardo di euro.

Posted on: 18/02/2016, by : simona