America

Hermione, il "ritorno" della nave di Lafayette

hermione4Nel mese di Aprile del 2015, la replica della nave Hermione sarà pronta per la traversata verso gli USA. Il viaggio partirà dalla foce del fiume Charente, a Port des Barques, dove Lafayette salpò il 10 Marzo del 1780 per portare aiuto a George Washington nella parte finale della battaglia contro gli inglesi, peccato però che affondò poi nel 1793 al largo di Croisic nella Loira Atlantica. Il percorso dovrebbe durare in totale 27 giorni, per poi approdare a Yorktown in Virginia. Terminata questa entusiasmante avventura la nave sarà poi trasformata in un museo. Continue reading

ISTITUTO TECNICO NAUTICO BUCCARI

Questo sabato sbarchiamo in Sardegna e siamo lieti di presentarvi l’Istituto Tecnico Nautico Buccari

L’origine dell’istruzione nautica a Cagliari risale al 1845, anno in cui il Governo Piemontese diede il proprio assenso all’apertura di una Regia Scuola Nautica.

Nel 1861, con la costituzione del Regno d’Italia, la Regia Scuola Nautica divenne statale e dal 1868 fu ridotta a sezione aggregata dell’Istituto Tecnico Commerciale Pietro Martini. Si dovette aspettare il 1923 perchè divenisse Istituto Tecnico Nautico autonomo.

Mancava ancora un nome. Nell’anno 1926, a seguito di una intricata vicenda che vide protagonisti, da un lato i Docenti e la Giunta di Vigilanza e dall’altro Benito Mussolini, il Collegio dei Docenti deliberò di denominare l’Istituto con il nome di Buccari, a ricordo della famosa impresa, condotta a termine da tre mas italiani durante la Prima Guerra Mondiale, nota come Beffa di Buccari.

buccariL’Istituto Nautico, dapprima ospitato presso i locali della Caserma della Regia Marina, nella vecchia Darsena, fu in seguito ospitato presso il Convento di San Francesco di Paola. Dopo il 1861 fu trasferito nel quartiere di Castello, presso il Collegio di San Giuseppe e da lì, alla fine degli anni ’30, in un caseggiato del quartiere Marina, nella piazzetta Savoia. Nel 1936, finalmente, arrivò in Viale Diaz, più vicino al mare e dalla fine degli anni ’50 è situato nell’attuale edificio, fra Viale Diaz e Viale Colombo.

I numeri: L’Istituto Tecnico Nautico Buccari è inserito nella realtà territoriale del Distretto Scolastico 22, nell’hinterland cagliaritano. Opera nel sud della Sardegna ed ha un bacino di utenza molto vasto, essendo l’unico Istituto Nautico della provincia di Cagliari, oltre quello di Carloforte. Il numero complessivo di allievi , da ormai alcuni anni, si attesta intorno a 450. Il numero di docenti è di circa 70; il lavoro della segreteria è svolto da 8 impiegati; il personale tecnico e/o ausiliario consiste di 12 persone. Sono operanti 4 corsi completi, A, B, C, D, e un numero variabile di prime.

Contesto economico-socio-culturale del territorio: Gli alunni dell’I.T.N. “Buccari” provengono per  oltre il  70%  da ben 47 differenti paesi della provincia di Cagliari  e per circa il  6%  da quattro paesi situati nella provincia di Oristano. L’alto tasso di pendolarità comporta la necessità di tempi di trasferimento casa-scuola e ritorno che incidono talvolta in modo molto pesante nella giornata dello studente, con punte mediamente comprese  tra una e due ore giornaliere. Tale situazione è aggravata dalla particolare configurazione del territorio e dalla rete di trasporti.

www.itnbuccari.it

La Nave Scuola Amerigo Vespucci

La nave porta il nome del celebre navigatore Amerigo Vespucci, in onore del quale il Nuovo Mondo fu chiamato America. I viaggi di Amerigo Vespucci furono di fondamentale importanza nella storia delle scoperte, perché convinsero gli studiosi del momento che le terre recentemente scoperte non facevano parte dell’Asia, come riteneva Colombo, ma erano realmente un Nuovo Mondo. Inoltre i viaggi di Vespucci furono da egli stesso resi noti al mondo scientifico e culturale dell’epoca, e fu per questo motivo che il nome di Vespucci entrò prima di quello di Colombo nell’immaginario collettivo dell’epoca, quale scopritore del Nuovo Mondo; e fu sempre per questo motivo, che il geografo tedesco Waldseemüller propose, nella sua opera Cosmographiae introductio, pubblicata nel 1507, il nome di America per le nuove terre scoperte. Continue reading

Il sogno delle isole delle spezie di Magellano

mag_42Il viaggio attorno al mondo di Ferdinando da Magellano nacque, come quasi tutti i viaggi marittimi dell’epoca da necessità commerciali. La scoperta dell’America aprì infatti nuovi orizzonti alla colonizzazione da parte di Spagnoli e Portoghesi ed in tempi brevi si arrivò a conflitti fra queste due potenze coloniali per la giurisdizione sui nuovi territori.

Continue reading