Cookie Policy VACANZA ECO-FRIENDLY? IN CATAMARANO | Ottante
Seleziona una pagina

Sono sempre più numerosi gli Italiani che scelgono di passare le vacanze eco-friendly guardando prima di tutti al fattore Sostenibilità. La scelta più adatta, pensando in primis all’ambiente, e ideale per famiglie e amici, è trascorrere una splendida vacanza a bordo di un catamarano a vela. Sono imbarcazioni dotate di tutti i comfort, con ampi spazi ed eleganti, che sfruttano l’azione del vento per muoversi. Negli ultimi anni stanno riscontrando sempre più successo, sono molti coloro che scelgono di fare una rilassante crociera, a bordo di un catamarano, godendo sempre di un bell’orizzonte, lasciando andar via lo stress e i pensieri.

Salire a bordo di un catamarano richiede diverse responsabilità, soprattutto per la salvaguardia dell’ambiente marino. Bisogna essere navigatori consapevoli in queste circostanze, e renderci conto delle fragilità dell’ambiente che ci circonda, infatti è importante fin da subito adottare piccoli accorgimenti, riguardo la routine di bordo per una massima sostenibilità ambientale. È importante che ognuno di noi dia il proprio contributo, per preservare il pianeta, ricordiamoci che l’unione fa la forza, ed ogni piccola azione fatta da tutti può portare a grandi risultati.

  1. Alcuni buoni comportamenti da adottare, prima di partire per preservare il nostro mare riguardano, le procedure di rifornimento del carburante, è bene effettuare regolari ispezioni al sistema di alimentazione del motore, per non incorrere in perdite pericolose. Altra buona cosa, è quella di non riempire troppo i serbatoi in modo da evitare fuoriuscite di carburante, in questo caso è bene procurarsi stracci da utilizzare durante il rifornimento, per poi smaltirli correttamente.
  • Se capita che vi trovate in una zona dove non è prevista una raccolta dell’olio usato, potete provare a chiedere a una stazione di servizio o rivenditore di auto locale; o sennò aspettare di trovare un porto più grande. Un altro modo per smaltire rifiuti inquinanti è attraverso le pompe di sentina. Il consiglio è di non utilizzarle durante la navigazione, per non inquinare la fauna marina; è bene mantenere la sentina asciutta e pulita, e se è proprio necessario utilizzarla, farlo in zone dove non c’è il rischio di contaminare zone d’acqua.
  • È importante diminuire la velocità in prossimità della costa, solitamente il catamarano viaggia ad una velocita bassa tra i 4 e i 7 nodi. Ciononostante il suo passaggio, può causare onde che potrebbero dar fastidio ad altre barche o causare l’erosione del litorale, per poi portare alla distruzione di aree marine.
  • Uno dei vantaggi del catamarano è il suo basso pescaggio, che consente di avvicinarsi alla costa. Bisogna comunque prestare attenzione, poiché il fondo della barca potrebbe danneggiare il fondale marino. È importante fare attenzione durante l’ancoraggio in rada; quando è il momento di gettare l’ancora è bene farlo su tratti di fondale di sabbia libero. È necessario assicurarsi che l’ancora non vada a sfregare su coralli o piante marine; se non si è sicuri della zona, è bene controllare le carte nautiche per trovare zone adatte all’ancoraggio.
  • Essere eco-friendly vuol dire anche saper utilizzare prodotti ecologici per la pulizia; come saponi o detergenti a base vegetale, che non siano aggressivi per l’ambiente. In alternativa, altri prodotti naturali per la pulizia sono l’aceto o il bicarbonato di sodio, eliminano la sporcizia senza danneggiare l’ambiente circostante. Una regola importante è di non disturbare mai la fauna selvatica! È bello ammirare le diverse specie di animali, come delfini o tartarughine, ma avvicinarsi troppo a loro potrebbero metterli a rischio e sottoporli a stress.
  • Per quanto riguarda la pesca, è importante pensare prima di tutti alla salvaguardia dei pesci. Bisogna prestare la massima attenzione alle dimensioni delle prede che si pescano, alcune possono essere pescate solo in determinate zone o stagioni; quindi è bene se non si conosce la zona consultare una carta nautica o chiedere alle autorità di pesca locali. Inoltre è possibile utilizzare attrezzature per la pesca, a basso impatto ambientale. In commercio se ne trovano molte biodegradabili, ed è bene una volta utilizzate non gettarle in mare, potrebbero essere pericolose, soprattutto per gli animali e per la fauna marina.
  • Un punto importante riguardo la nostra crociera eco-friendly riguarda la gestione della spazzatura; è bene differenziarla e smaltirla in modo corretto. Un consiglio sarebbe quello di cercare di ridurre, il più possibile l’utilizzo di plastica e carta, e sostituirli con prodotti biodegradabili.

Per concludere possiamo dire che c’è ne sono davvero tante di soluzione per salvaguardare l’ambiente, soprattutto quello marino. La vera differenza sta nel comportamento di ogni singolo individuo; nella consapevolezza che ognuno di noi ha, conoscendo la fragilità e imprevedibilità del nostro pianeta. Se tutti contribuiscono a fare la propria piccola parte, potremmo avere la speranza di farlo durare il più a lungo possibile; poiché tutti insieme possiamo cambiare qualcosa.