Bambini a bordo: 10 consigli utili da mettere in pratica

Alcuni consigli per chi fa crociera con bambini a bordo. Il numero di famiglie che naviga con una barca propria o in charter con i figli piccoli al seguito è numeroso e costituisce una percentuale importante di tutti i velisti. I bimbi a bordo determinano la necessità di aumentare il livello di attenzione e questo fa sì che si debbano prendere un numero di precauzioni rivolte alla sicurezza maggiore di quanto accada in altre situazioni. Vediamo insieme un elenco di 10 consigli per quando si hanno bambini sotto i dieci anni a bordo.

1) La rete in battagliola è molto meno utile di quello che si possa pensare. Può servire solo nel caso di bimbi molto piccoli fino a 3 anni, che vengano lasciati giocare da soli sul ponte. In ogni caso la rete va montata legandola con della cimetta e non usando le fascette di plastica che sono pericolose per i bambini che amano camminare sul ponte scivolando con la mano sulla battagliola.

2) Il giubbotto salvagente nel caso di un charter, è da chiedere alla società armatrice che farà trovare a bordo dei giubbotti salvagenti per bambini in numero pari ai piccoli che si hanno al seguito. In ogni caso, per i bimbi, ancor più che per gli adulti, sono consigliati i giubbotti autogonfiabili al contatto con l’acqua i quali sono meno ingombranti e meglio sopportati dai bambini.

3) Non permettere al bambino di andare a prua durante la navigazione se non con un adulto. Il bambino deve percepire che in navigazione non si può uscire dal pozzetto perché è pericoloso.

4) Se il giubbotto di salvataggio è altamente raccomandato in navigazione, l’uso della cintura di sicurezza per i bambini sino a sette-otto anni è fonte di accese discussioni perché reputata pericolosa. In navigazione, quando il tempo non è buono, la misura di sicurezza migliore è che un adulto sia seduto vicino al bambino.

5) Spesso nelle baie dove ci si ferma a fare il bagno c’è corrente. Consigliamo di buttare in acqua una lunga cima alla quale si legheranno dei parabordi, la cima dovrà andare dalla galloccia di destra a quella di sinistra creando così un semicerchio. I bambini dovranno stare sempre all’interno del semicerchio.

6) In barca i raggi solari sono ancora più pericolosi di quanto lo siano in spiaggia. A bordo questi si riflettono contro la coperta bianca, le vele e la stessa superficie del mare. Per i bambini le scottature da raggi solari sono particolarmente pericolose sia nell’immediato sia per la loro salute futura e vanno evitate ad ogni costo. E’ bene proteggere i bambini con crema fattore 50 o copertura totale, crema che andrà rimessa più volte al giorno in tutto il corpo in modo uniforme. Per i bambini molto piccoli e gli infanti, l’esposizione diretta al sole dovrebbe essere evitata totalmente.

7) Spesso in caso di cattivo tempo, i bambini si sentono più protetti nello stare sottocoperta. In questi casi ci si accerti che tutti gli oggetti pesanti siano ben assicurati e non possano volare nella dinette in seguito a un movimento improvviso della barca.

8) Tra le attrezzature pericolose per i bambini ci sono:

a) i winch durante la navigazione: quando si lavora ai winch i bambini devono essere tenuti sotto sorveglianza stretta

b)verricello elettrico: durante alaggio e varo catena i bambini non devono sostare nelle vicinanze del verricello elettrico.

c) sprayhood: si deve fare molta attenzione a che i bambini non giochino nelle vicinanze dello spryhood quando questo viene chiuso perché potrebbero farsi male con le dita tra le aste di acciaio di supporto del tendalino

d) gavoni: attenzione a quando si chiudono i gavoni che i bambini non abbiano le dita sul bordo del gavone

e) passauomo: specialmente con i bambini più piccoli bisogna fare attenzione ai passauomo. Non è raro che i bambini vi cadano dentro precipitando sottocoperta.

9) L’acqua che stagna nei serbatoi crea muschi e funghi e vaste colonie di batteri, questi sono pericolosi. Per mantenere i serbatoi puliti e liberi da batteri bisogna o avere un ricambio frequente dell’acqua, come avviene nelle barche delle società di charter, o svuotare i serbatoi d’inverno quando non si usano e riempirli quando si torna a usare la barca e addizionare l’acqua con dell’Amuchina. Se non si è sicuri che i serbatoi siano puliti, si deve evitare di utilizzare l’acqua di questi per pulire frutta e verdura. Si consideri che i bambini sono più esposti degli adulti alle conseguenze del cibo non adeguatamente trattato.

10) Contro meduse e insetti a bordo bisogna sempre avere una crema per le ustioni da contatto con le meduse e dei medicinali antistaminici da usare in caso di reazioni allergiche ai morsi di insetti come api, vespe o ragni. Se i bambini hanno dei problemi di allergia lo skipper ne deve essere informato e deve sapere cosa occorre fare in caso si scateni la reazione allergica.

 

Tratto da: www.solovela.net

Posted on: 04/01/2017, by : simona